Giaveno-Colletto del Forno

L'itinerario proposto è un giro ad anello fra i più noti e frequentati della Val Sangone.

Colletto del Forno

LocalitÓ di partenza: Giaveno (Via Vittorio Emanuele II░) 500m
Quota massima raggiunta:
Statua Cristo Redentore 1185m
Distanza: 25km
Dislivello totale: 740m
Difficoltà: BC
Ciclabilità: 98 %
Cartografia: I.G.C. 1:50.000 Torino Pinerolo e Bassa Val di Susa n░ 17
Bibliografia:
Mountain Bike Piemonte
Tipo percorso:
asfalto 18 km (73%) - sterrato 8km (27%)
Effettuato il: 28 Settembre 2012

 

Map Giaveno-Colletto Forno-Case Pisi

Accesso stradale

Dalla Tangenziale di Torino imboccare a Rivoli l'autostrada A32 del Frejus ed uscire ad Avigliana; da qui seguire la SS 589. Oltre il lago di Avigliana proseguire a destra sulla provinciale per Giaveno.

Descrizione Percorso

Dal centro di Giaveno procedere seguendo le indicazioni per Coazze fino all'altezza di Via Vittorio Emanuele II░ sulla destra dove vi sono numerosi parcheggi. Lasciare l'auto e proseguire lungo il marciapiede che costeggia la SP 190. Dopo un 1km svoltare a sinistra per Pontepietra-Aquila; attraversare il ponte sul Sangone e dopo una settantina di metri svoltare a destra seguendo le indicazioni per il Colletto. Superata la borgata Porteglio, ignorare la deviazione per Tenua (1,74km). Passata Veisivera deviare a destra lasciando la strada per Mattiet-Clon-Cellone-Re (3,06km). Si guadagna la cresta alternando alcuni tratti dalla pendenza più mite. Passate le baite di Oliva si incontra il pilone Tonda Roc-Luigi Oliva (3,56km), recentemente restaurato e chiamato comunemente "lou piloun d'Uliva" dove termina l'asfalto. Mantenendo sempre la direzione principale, si toccano Ciandet (5,00km) 949m, Seia (5,58km) 952m e le numerose baite di Portiglia (8,30km). Oltre quest'ultima si perviene ad una insellatura (8,59km), dove il percorso prosegue di fronte, oltre una sbarra; raggiungere prima (a sinistra) il Colletto del Forno dove si trova una fontana (8,98km). Tornati all'insellatura (9,38km), seguire la strada, che inizialmente in discesa, va ad attraversare alcuni rii dove si trova una salita con fondo sconnesso che costringe a scendere di sella per un centinaio di metri. Raggiunto il pilone XIII Deposizione dalla Croce (11,22km), realizzato come gli altri, in pietra ed arricchito da una tavola bronzo-dorata della Scuola Beato Angelico di Milano, continuare sino alla Statua del Cristo Redentore alta 5 metri (11,56km), vi si arriva con un paio di tornanti, andando a sinistra al bivio posto dopo il pilone della Risurrezione (11,40km) . Ridiscendere il paio di tornanti e prendere a sinistra, imboccando la sterrata che scende ripidamente. Si arriva ai resti della Stazione sciistica Pisi (1173m), la strada scende ancora fino a giungere al guado sul Sangone. Attraversato il Sangone, dopo 1km si arriva sulla strada asfaltata, lasciare il campeggio sulla destra e scendere verso Forno di Coazze 1000m e di qui verso Giaveno lungo la SP 190 che costeggia il torrente. Subito dopo il Pilone di Via Manifattura girare a sinistra per Via Vittorio Emanuele II░ dove termina il giro.

Al Colletto del Forno

Foto 2012
Traccia GPX

 


Back MTB