Giro del Col Barant (Bobbio Pellice-Vallone Carbonieri-Col Barant-Il Prà-Villanova)

Giro classico in quota, impegnativo per le pendenze e la lunghezza, bello e panoramico per le viste sul Monviso e sulle montagne circostanti, un must per i bikers di tutte le età e capacità.

Col Barant

LocalitÓ di partenza: Bobbio Pellice 730m
Quota massima raggiunta:
Colle Barant 2373m
Distanza: 39 km
Dislivello totale: 1740m
Difficoltà: BC/BC
Ciclabilità: 100 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Monviso n░ 6; Fraternali editore 1:25.000 Val Pellice n░ 7
Bibliografia:
D. Drago, ITINERARI IMPERDIBILI IN MOUNTAIN BIKE (Dalla Val Susa alle Alpi del Mare), Ed. Capricorno, Torino 2012, Itinerario n░ 14
Tipo percorso:
asfalto 13 km (65%) - sterrato 7 km (35%)
Effettuato il: 08 Novembre 2013

 

Accesso stradale

Da Torino raggiungere Pinerolo e proseguire sulla SP 161 in direzione Valpellice fino a Bobbio Pellice. Parcheggiare nella piazza Pertini in via Fonte della Salute vicino al ponte sul Pellice.

Dal Cuneese e dalla A6 proveniente dalla Liguria (uscita Marene) si percorre la SR 589 via Saluzzo e Cavour, quindi ci si immette sulla SP 161 della Valpellice.

Descrizione Percorso

Dalla piazza Pertini di Bobbio Pellice seguire la via Fonte della salute, attraversare il ponte sul Torrente Pellice e svoltare a sinistra superando la borgata Giornà, quindi a destra per raggiungere la localitÓ PeriÓ. Raggiunte le prime case, si imbocca sulla destra la strada totalmente asfaltata, ma piuttosto impegnativa e caratterizzata da forti pendenze, che porta al Rifugio Barbara Lowrie. Seguendo la ripida strada che costeggia il torrente Guicciard lungo la valle dei Carbonieri si superano le borgate Arbaud, Lautaret, Giraudin, Romana, si supera il bivio per il Ponte Pautas e si raggiunge Pralapia. Qui la strada attraversa il torrente e si porta sulla destra orografica fino a ritornare dopo il ponte Selle sulla sinistra. Con alcuni tornanti, dopo aver lasciato a sinistra il bivio per il vallone della Gianna e superato la Comba del Pis, dopo circa 10 km si raggiunge un piazzale sterrato, dal quale si diparte, verso destra, la strada sterrata che porta al Colle Barant. Proseguendo invece sulla strada asfaltata a sinistra, dopo circa 400 metri , si pu˛ raggiungere il Rifugio Barbara Lowrie per un eventuale ristoro. La pista sterrata presenta delle pendenze moderate rispetto alla strada asfaltata descritta in precedenza, ma il fondo Ŕ sconnesso, soprattutto nel primo tratto. Si supera il bivio sulla destra che porta al colle del Foutet e dopo circa 6 km si raggiunge il Colle Barant 2373m dove Ŕ presente il Rifugio Barant (aperto nei mesi estivi). Dal colle inizia finalmente la discesa su strada sterrata, che raggiunge il Giardino Botanico Peyronel e poi prosegue con bel fondo (2013) e porta alla Conca del PrÓ 1732 m; eventuale ristoro al Rifugio W.Jervis. Qui si segue la strada sterrata, anche qui con fondo ben battuto, che dopo essere transitata alla cascata del Pis ed ai resti del Forte di Mirabouc, raggiunge la localitÓ Villanova, per poi continuare sulla strada asfaltata che dopo aver toccato alcune borgate, tra cui Cayrus, sovrastata da un bunker e con alcune scritte del ventennio fascista sul muro di una casa, riporta al Comune di Bobbio Pellice e al punto di partenza.

 

Foto 2013
Traccia GPX

 


Back MTB