Lago Moncenisio-Forte Roncia-Lago Savine-Col Clapier

Situato in territorio francese, la conca che ospita il lago del Moncenisio, è una delle località più suggestive da percorrere in Mountain Bike: ampi pascoli costellati da ex fortezze militari. Il percorso proposto è una delle escursioni estive più classiche, dal chilometraggio significativo, ma dal dislivello contenuto e totalmente privo di difficoltà tecniche.

REitorno verso il lago Savine

LocalitÓ di partenza: Grand Croix (Francia) 1880m
Quota massima raggiunta: Col Clapier 2477m
Distanza: 50 km
Dislivello totale: 1170m
Difficoltà: BC/BC
Ciclabilità: 95 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Valli di Lanzo e Moncenisio n░ 2
Bibliografia: T. Cavallo, M. Voyat, F. Signorino, D. Zangirolami, 50 Escursioni in Mountain Bike in Piemonte e Valle d'Aosta,, Ed. Priuli& Verlucca, Torino 2011, Itinerario n° 08 parziale; Mountain Bike Piemonte Francia

Tipo percorso:
asfalto 20km (40%) sterrato 30km (60%)
Effettuato il: 20 Luglio 2013

 

Map Lago Moncenisio-Forte Roncia-Lago Savine-Col Clapier

Accesso stradale

Da Torino seguire l'autostrada A32 fino all'uscita di Susa. Si seguono le indicazioni per Susa-Monceniso (SS25); la strada appena usciti da Susa inizia a salire ed arriva ad ubna spianata (Piana di S, Nicolao), con un lungo rettilineo in lieve discesa. Al termine, un'altra breve serie di tornanti ci porta in zona Grand-Croix, dove alla nostra sinistra ci sono gli edifici della vecchia dogana francese e dell'albergo Malamot, con un grande spiazzo dove possiamo parcheggiare.

Descrizione Percorso

Dal parcheggio seguiamo la statale per circa 1km, oltrepassando l'albergo-rifugio Gran Scala; appena la strada accenna ad una curva, la lasciamo per una strada sterrata alla nostra destra. Evitiamo le diramazioni sulla destra che portano ad una cava, ex batteria Paradiso. Alla biforcazione del km 1,7 ci teniamo a sinistra, lasciamo alla nostra destra un rudere, e cominciamo a salire. Al km 2,6 raggiungiamo e oltrepassiamo una postazione militare in cemento; proseguendo, dopo una breve discesa la strada a fondo naturale riprende a salire (evitare la deviazione a sinistra che scende alla statale) fino a condurre, dopo uno spettacolare traverso pianeggiante e un ultimo tratto ripido e sconnesso al Forte Roncia (km 6,4, quota 2290m). Da qui si prosegue sulle evidente sterrata pianeggiante che si inoltra nella valle fino ad attraversare il torrente su di un ponte di legno, dopodichè inizia la discesa che porta al km 9 sulla statale. Svoltiamo a destra e seguiamo la statale fino al km 12,5, dove giriamo a sinistra su una stradina asfaltata che scende al livello del lago. Dopo 1 km svoltiamo a destra e proseguiamo costeggiando il lago seguendo poi le indicazioni per il colle del Piccolo Moncenisio. Superata la cappella di Saint Barthelemy, proseguire diritto e lasciare in seguito la deviazione sulla sinistra per il rifugio ed un paio sulla destra con indicazioni entrambe per il Col de Sollieres arrivando a Les Coulours e, poco dopo, al colle del Piccolo Moncenisio. Qui il cammino cambia di direzione addentrandosi lungo il vallone de Savine. Lasciata sulla destra la pista per Le Planay, si giunge ad un cancello, passato il quale si perdono20m di dislivello mentre poco piu' avanti la carrareccia si trasforma in sentiero. Pervenuti ai ruderi di Savine e guadato il rio, si attraversa un bel pascolo. Man mano che si avvicina alla meta i tratti non ciclabili diventano più frequenti. Gli ultimi 500 metri che precedono il lago si fanno tutti a spinta (anche in discesa). Costeggiando lo specchio d'acqua si raggiunge in una decina di minuti il Colle Clapier, posto sul confine italo-francese. Ora il sentiero si divide in due: a sinistra scende in val Clarea mentre dalla parte opposta risale al Rifugio Vaccarone. Non resta che fare ritorno seguendo fedelmente il cammino dell'andata fino alla cappella di Saint Barthelemy dove svoltiamo a destra, passando su di un ponte. Proseguiamo su una larga sterrata in lieve salita e poi in falsopiano fino all'altezza del Forte Varisello. Di qui proseguiamo in discesa fino ad arrivare ad un quadrivio dove, piegando a sinistra, imboccheremo la strada che passa sopra la diga. Al termine ci teniamo a destra e, poi ancora a destra, iniziando una veloce discesa. che ci condurrà al piazzale di partenza.

Verso il Forte Roncia

Foto 2013
Traccia GPX

 


Back MTB