Strada dei Cannoni (Santuario Valmala-Colle Bicocca)

La strada dei Cannoni è uno splendido itinerario a cavallo della Val Maira e della Val Varaita; un balcone unico e spettacolare sul Monviso, sempre in vista durante tutto il tragitto. Attualmente (2013) il fondo è in ottime condizioni. Per i puristi della MTB il punto di partenza è la Colletta di Rossana; qui è stata effettuata come gita a parte.

 

Il Colle Rastcias

LocalitÓ di partenza: Santuario Valmala 1379m
Quota massima raggiunta: Colle Bicocca 2296m
Distanza: 70km (A/R)
Dislivello totale: 1400m
Difficoltà: BC
Ciclabilità: 100 %
Cartografia:
IGC 1:50.0000 Il Cuneese n░ 24
Bibliografia: Mountain bike Piemonte; D. Drago, ITINERARI IMPERDIBILI IN MOUNTAIN BIKE (Dalla Val Susa alle Alpi del Mare), Ed. Capricorno, Torino 2012, Itinerario n░ 17

Tipo percorso:
asfalto 12 km (17%) - sterrato 58 (83%)
Effettuato il: 22 Luglio 2013

 

Accesso stradale

Da Verzuolo seguire la SP 8 della Val Varaita fino a Brossasco. All'altezza del ponte Valcurta, si gira a sinistra e si segue la SP 240 fino al piazzale del Santuario dove si parcheggia.

Descrizione Percorso

Dal Santuario seguire le indicazione per Passo Pian Pietro e di qui seguire la strada asfaltata in salita, passando poco distanti dal Colle di Valmala, toccando poi il Colle di Palmascura e quello della Ciabra dove termina l'asfalto. Sul colle, lasciare la diramazione che si stacca sulla destra, e seguendo il cammino principale, affrontare il lungo traverso che conduce al crocevia del Colle Birrone, presso il quale si trova una croce in ferro. Dal Colle Birrone inizia il tratto più duro dell'escursione. Un traverso ed alcuni tornanti sul lato Valle Varaita conducono al Colletto Rusciera; da qui illuminata dal sole la Strada dei Cannoni è di un chiarore abbagliante, inoltre il fondo in questo tratto è impegnativo, ma il paesaggio è stupendo. Si trova ad un certo punto una provvidenziale presa d'acqua, poi si gira a destra e con un lungo traverso si raggiunge il Colle Rastcias. Si continua passando sotto la Cima Lubin ed il Monte Cugulet al suo fianco. S'ignora un incrocio con una strada che scende a valle e si continua pedalando sotto la Bassa di Rasis, che affianca il Cugulet. Si passa sotto il Monte Nebin, si oltrepassa la Bassa dell'Ajet ed infine, dopo aver aggirato il Cugn di Goria, si guadagna in leggera discesa il colle di Sampeyre dove si incrocia la strada asfaltata che mette in comunicazione Sampeyre con Stroppo.

Si lascia il tratto asfaltato e si continua dritto per una discesa che perde quota velocemente, per poi risalire e condurre sotto il Pelvo d'Elva, arrivando finalmente al Colle della Bicocca, dove sono presenti i ruderi delle casermette militari e la Vedetta di Guardia.

Ritorno

Lungo la via di salita.

Il Santuario di Valmala

Foto 2013
Traccia GPX

 


Back MTB