Tagliafuoco Musinè

La pista tagliafuoco di Casellette, ai piedi del Musinè è uno splendido itinerario specialmente frequentato dai bikers e non solo durante i mesi più freddi. Offre un bel panorama sulla bassa Val Susa

 

LocalitÓ di partenza: Caselette, piazzale Cays 1154m
Quota massima raggiunta:
705m
Distanza: 20,5 km
Dislivello totale: 570m
Difficoltà: MC/MC
Ciclabilità: 100 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Torino, Pinerolo e Bassa Val di Susa n░ 17
Bibliografia:
T. Cavallo, M. Voyat, F. Signorino, D. Zangirolami, 50 Escursioni in Mountain Bike in Piemonte e Valle d'Aosta, Ed. Priuli& Verlucca, Torino 2011, Itinerario n░ 05, Mountain Bike
Tipo percorso:
asfalto 10,5 km (50%) - sterrato 10 km (50%)
Effettuato il: 26 Ottobre 2013

 

Accesso stradale

Da Torino si percorre la SS 24 sino al bivio per Caselette. Raggiungere il piazzale di partenza seguendo i cartelli indicatori per Lanzo - Valdellatorre - Castello Cays.

Descrizione Percorso

Dal piazzale, nei pressi della cappella di S. Rocco, si inizia a percorrere il viale S. Abaco (0 Km), a lato delle mura del Parco Cays. Raggiunto il campo sportivo comunale (0,22km), si tralascia la deviazione per il Santuario - Area attrezzata Gianfarè. Superata una sbarra (0,55km), ci si inoltra nel bosco, su fondo naturale, incontrando dopo circa 1,2 Km l'ampio pianoro di Pian Dumini, preceduto dalla Torre della Vigna. Con un paio di tornanti, la pista prende quota mentre il bosco si fa più rado. Si guadano numerosi piccoli corsi d'acqua, dei quali il piu' importante è il Rio Corto (3,63km- bacheca). Superato il punto piu' elevato della prima parte (3,75km), si incontra un sentiero che sale al Truc Randolera (4,49km) ed una sbarra (5,27km - continuare diritto). Entrati nella pineta Prasabò, si arriva ad un trivio (5,61km) ove si svolta a destra (sbarra). La pendenza si mantiene impegnativa per circa 1 Km, con fondo spesso dissestato. Dopo un altro sentiero per il Truc Randolera (5,72km), si supera su ponte il torrente Garavello (5,90km), e, dopo 2 rii ravvicinati (7,08km e 7,12kn), si ignora una sterrata sulla destra (7,23km). Si percorre un ampio semicerchio dal quale si staccano altri sentieri: Monte Musinè (7,60km), Monte Curt (8,62km), Cresta Spartiacque (9,05km). Oltre una ennesima sbarra (10,07km) si arriva al bivio di Pera Pluc (10,46km): da qui si prosegue su asfalto diritto. Giunti ad un quadrivio (10,92km), svoltare in via Gadrino Falca e, dopo una settantina di metri, in via Bunino. Si imbocca quindi la sterrata via Listelli (11,51km) che, dopo una curva, diventa via Acquedotti (11,76km - asfalto). Confluiti nuovamente su via Bunino (12,02km), si raggiunge la piazza Comba di Rivera, nei pressi della cappella di S. Anna (12,96km).

Dalla piazza, seguire via Morsino ignorando alcune strade laterali: via Goletto (13,16km), via Tetti Montabone (13,59km - pressi cappella di S. Michele Arcangelo), via Gubiera (13,98km - pilone), via Miosa (14,05km). Dopo via Gaiera (14,18km) si imbocca la pista sterrata sulla destra (14,20km - pilone), che corre tra 2 muretti in pietra, sino al trivio nella pineta incontrato all'andata (14,54km - bacheca Prasabò). A destra (cartello Caselette) si ripercorre fedelmente la strada ormai nota sino all'inizio di viale S. Abaco (20,15 Km).

 

Foto 2013
Traccia GPX

 


Back MTB