Trana-Aquila

Il percorso Trana, piazzale dell'Aquila è una classica del ciclismo in val Sangone. Viene infatti percorsa da ciclisti in cerca della condizione e da semplici cicloturisti con un minimo di ambizioni di salita. Lungo il percorso offre un bel panorama sulle montagne della Val Sangone.

Il piazzale dell'Aquila

LocalitÓ di partenza: Trana 390m
Quota massima raggiunta: 1260m
Distanza: 34km (A/R)
Dislivello totale: 880m
Difficoltà: MC
Ciclabilità: 100 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Monviso n░ 6

Bibliografia: 7. M. Franchino, CENTO SALITE IN VAL SUSA E VAL SANGONE CON LA BICI DA CORSA, Ed. Fraternali, Torino 2011, Itinerario n░ 12-14
Tipo percorso:
asfalto (34 km - 100%)
Effettuato il: 01 Giugno 2013

 

Map Trana -L'Aquila

Accesso stradale

Da Torino raggiungere Trana e parcheggiare al piccolo parcheggio appena prima della Chiesa "Nostra Signora della Stella"

Descrizione Percorso

Dal parcheggio salire la rampa che porta al piazzale della Chiesa "Nostra Signora della Stella", quindi scendere dal lato opposto in corrispondenza del semaforo, dove a sinistra parte la strada che porta a Giaveno. Dopo un primo km quasi pianeggiante, la strada sale con scarsa pendenza tra prati e zone coltivate, passa accanto ad un masso erratico testimone delle passate glaciazioni, (il famoso Masso di Trana, utilizzato negli anno '80 e '90 all'inizio del bouldering). A Giaveno, in corrispondenza della rotatoria di fronte alla chiesa Parrocchiale, si svolta a sinistra per proseguire lungo la stra che con pendenze lievemente superiori porta verso l'alta Val Sangone. Si gira a sinistra al bivio per Pontepietra e dopo una breve discesa si supera il ponte sul Sangone, sulla sinistra. Dopo il ponte si segue la strada principale che porta vereso l'Aquila. La prima parte della salita ha pendenze moderate e la strada sale con ampi tornanti sini a raggiungere la frazione Maddalena, superando al tornante che la precede il bivio per Prese Viretto. In corrispondenza della Chiesa della Maddalena la strada spiana leggermente prima di iniziare il lungo tratto finale molto più duro. Da questo punto in poi, la strada entra tra la vegetazione e solo sporadicamente appare qualche borgata, tra cui Pràfieul, dove sul muro di una casa c'è la una targa dedicata ad Adolfo Kind, l'iniziatore dello sci in Italia. Le pendenze si fanno progressivamente più elevate e si incontrano diversi tornanti. Al termine della strada principale si giunge al piazzale da cui partivano sciistici che portavano alla Punta dell'Aquila; impianti non più in funzione da diversi anni. Giunti al piazzale svoltare subito a sinistra e salire un breve tratto asfaltato verso l'Alpe Colombino dove termina la salita.

Targa ad Adolfo Kind

Ritorno

Per la via di salita.

Foto 2013
Traccia GPX

 


Back MTB