Via del Sale (Colle Tenda - S. Stefano mare)

Un raid di due giorni lungo la Via del Sale (Via Marenca), l'antico tracciato usato per il commercio ed il trasporto del sale dalla costa ligure all'entroterra della costa piemontese. Una completa immersione, tra l'alta valle Vermenagna, l'alta val Roya, a cavallo tra Francia ed Italia lungo buna straordinaria rete di ex carrozzabili militari, per concludersi degnamente in Liguria al mare con diverse mete possibili.. Il fondo sconnesso su alcuni chilometri di lunghezza impegna a fondo i bikers, ma i panorami sono eccezionali e fanno dimenticare la fatica.

La Conca delle Carsene

LocalitÓ di partenza: Colle Tenda 1790m
Quota massima raggiunta: 2142m
Distanza: 90km
Dislivello totale: 1100m
Difficoltà: OC
Ciclabilità: 85 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Alpi Marittime e Liguri n░ 8; BLU editore 1:25.000 ALPI LIGURI, Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro, Cartoguida 2
Bibliografia: T. Cavallo, M. Voyat, F. Signorino, D. Zangirolami, 50 ESCURSIONI IN MOUNTAIN BIKE IN PIEMONTE E VALLE D'AOSTA, Ed. Priuli& Verlucca, Torino 2011, Itinerario n° 23 parziale; D. Drago, ITINERARI IMPERDIBILI IN MOUNTAIN BIKE (Dalla Val Susa alle Alpi del mare, Ed. Capricorno, Torino 2012, Itinerario n° 27 parziale;
Tipo percorso:
asfalto (35 km - 39%), sterrato (55km - 61%)
Effettuato il: 25-26 Luglio 2013

Map Via del Sale

 

Accesso stradale

Dopo Limone Piemonte e poco prima dell'ingresso del tunnel si svolta a sinistra in direzione Limone 1400. Una serie di tornanti porteranno alla fine dell'asfalto, a quota 1800m circa, poco prima di un rifugio/bar dove è possibile parcheggiare l'auto.

Descrizione Percorso

Si procede dritto ignorando la sterrata che devia a sinistra, raggiungendo così il colle di Tenda. Qui svoltare a sinistra sulla strada militare che in lieve salita raggiunge prima alcuni baraccamenti e poi il Fort Central, oltre il quale ci si reimmette sulla strada lasciata alla partenza. Al km 2,5 la strada si biforca, prendere la diramazione di sinistra, quella di destra porta al forte Tabourde. Salire alla stazione di arrivo della funivia della Cabanaira, quindi proseguire verso il colletto Campanin. Scendere al colle della Perla, ed iniziare la salita al col della Boaria; arrivati in alto scendere con un paio di tornanti al colle della Boaria dove vi sono i resti di una casermetta. Salire su fondo cattivo nel Vallon di Malabergue, quindi proseguire in discesa al Pian Ambreuge su fondo pessimo. Costeggiare le pendici del Marguareis pedalabili e raggiungere il Colle dei Signori e di qui il sottostante Rifugio Barbera.

Dal Rifugio Barbera risalire al Colle dei Signori e continuare sulla via principale sempre con fondo brutto che sale fino a Quota 2290m arrivando ad una curva sotto le pendici Est della Cima di Pertega. Si cambia versante, superando il confine del Colle del Marguareis e si scende al Colle Selle Vecchie 2097m. Ci troviamo nell'alto vallone di Upega pedalando su una sterrata bianca, quasi tutta in piano e molto scorrevole, che con lungo e piacevole percorso entra nel bosco delle Navette sotto le Cime Bertrand e Missun. Giunti sul crinale Briga alta e Monesi a quota 1836m si cambia di nuovo versante e, sempre sulla ex strada militare Monesi-Colle Tenda salire al Passo Tanarello 2046m dove si passa in Francia. A sinistra si scorge il Monte Saccarello e guardando a valle, La Brigue e S. Dalmas de Tende. Una veloce discesa conduce al Passo di Collardente 1628m dove si scende a sinistra, lasciando sulla destra l'itinerario per la Colla di Sanson ed il Barcon di Marta con le sue fortificazioni, ed il rifugio Allavena. La strada conduce in discesa alla galleria di Collardente lunga 450m non illuminata, poi prosegue per un lungo tratto in discesa, fino ad effettuare una piccola risalita verso il Passo della Guardia. Prima di giungere al Passo prendere la strada di destra che scende a Triora,prima sterrata e poi asfaltata. La strada asfaltata continua, quasi tutta in discesa, lungo la valle Argentina, toccando Molini di Triora, Glori, Montalto ligure, Badalucco, Taggia, Arma di Taggia, dove ci si immette sulla ciclabile di Sanremo che si segue toccando Riva Mare e per ultimo S. Stefano mare.

Ritorno

Da Arma di Taggia prendere il treno che con servizio bici tocca Ventimiglia, risale la valle Roya e si ferma a Limone.

 

Strada scavata nella roccia dopo il Colle dei Signori
Arrivo a S. Stefano, Marina degli Aregai

 

Foto 2013
Traccia GPX

 


Back MTB