Chialamberto-Madonna Ciavanis

Il Santuario del Ciavanis (in patois significa capanne), è posto su una bella conca prativa al culmine del vallone della Paglia, delimitata a Sud-Est dalla sagoma piramidale del Monte Bellavarda. Un tempo era considerato un luogo di culto importante come testimoniano i numerosi ex-voto appesi sulle pareti o l'indulgenza plenaria concessa, un secolo e mezzo fa, da papa Pio IX ai fedeli che vi fecero visita. La prima parte del tracciato Ŕ impegnativa, a causa della pendenza sostenuta. Offre un bello spettacolo sui monti della testata della Val Grande (Levanna)

LocalitÓ di partenza: Chialamberto 870m
Quota massima raggiunta: 1880m
Distanza: 22 km
Dislivello totale: 1060m
Difficoltà: BC
Ciclabilità: 100 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Valli di Lanzo e Moncenisio n░ 2; Fraternali editore 1:25.000 Valli di Lanzo, n░ 8
Bibliografia: Mountain bike Piemonte; M. Gallo, MOUNTAIN BIKE, 50 Itinerari nelle Valli di Lanzo e dintorni, Ed. Mulatero 1990, Itinerario n°37

Tipo percorso:
asfalto 12,0 km (55%) sterrato 10km (45%)
Effettuato il: 14 Ottobre 2014

 

Accesso stradale

Da Torino raggiungere Lanzo e seguire le indicazioni per Ceres. Poco prima di arrivare a quest'ultimo si devia a destra per Cantoira. Giunti a Chialamberto parcheggiare nella piazza del Mercato.

Descrizione Percorso

Dalla piazzola del parcheggio ritornare sulla strada principale in direzione Forno Alpi Graie. Poco pi¨ avanti deviare a destra seguendo le indicazioni per Vonzo e Pianetto. Oltrepassati il bivio per Balmavenera (sulla sinistra) e la frazione Candiela, si svolta per Vonzo Alto raggiungendo il paese (1210m-4km). Da Vonzo seguire la stradina che lo aggira in alto e dopo alcuni tornanti porta al bivio per Chiappili dove si procede a destra su strada sterrata. Al bivio successivo, caratterizzato dalla presenza di un roccione sulla cui sommitÓ sono state collocate delle statuette di colore bianco, si evita la deviazione sulla sinistra che conduce all'Alpe Vassola (1590m-7,8km). Il bosco cede gradualmente spazio al terreno prativo mentre la pendenza si fa meno sostenuta. Oltrepassata una stradina che si immette da sinistra, si perviene ad un ultimo bivio. Tenendo la destra, si raggiunge, con un ultimo brevissimo tratto su sentiero, il bianco Santuario dedicato alla Madonna del Carmine, dal quale si gode uno splendido panorama: il Monviso e la Ciamarella. La festa del Santuario si tiene il 16 luglio con canti, danze e la classica polentata.

Ritorno

Seguire fedelmente il tragitto dell'andata.

Foto 2014
Traccia GPX
Traccia Google Earth

 


Back MTB