Anello Testa Paian (Mezzenile-Pian del Conte-Ceres)

L'itinerario proposto offre ottimi scorci panoramici sui monti della val d'Ala di Stura. Si può effettuare anche nel senso contrario, ma il pessimo fondo della strada nella parte alta, fa scegliere la salita da Mezzenile e la discesa su Ceres.

LocalitÓ di partenza: Mezzenile 620m
Quota massima raggiunta: 1767m
Distanza: 27 km
Dislivello totale: 1250m
Difficoltà: BC+
Ciclabilità: 100 %
Cartografia: IGC 1:50.0000 Valli di Lanzo e Moncenisio n░ 2; Fraternali editore 1:25.000 Valli di Lanzo, n░ 8
Bibliografia: Mountain bike Piemonte

Tipo percorso:
asfalto 9 km (33%) sterrato 18km (67%)
Effettuato il: 28 Luglio 2014

 

Accesso stradale

Da Torino raggiungere Lanzo e proseguire per Ceres; girare a sinistra per Mezzenile e fermarsi vicino ad un ponte prima del paese.

Descrizione Percorso

Partire dal ponte prima di Mezzenile e seguire la strada principale. Ignorare il bivio per Sabbione e, dopo due tornanti, quello per Belvedere. Seguire a destra le indicazioni per Catelli - Villa Superiore. Subito dopo il tornante che segue, si imbocca la stradina con cartello di STOP sulla destra. Passare a monte di Catelli, raggiungendo un bivio dove il fondo si fa sterrato, continuare ancora a destra sulla strada consortile, chiusa poco piu' avanti da una sbarra, che si snoda in un fitto bosco costituito da faggi e betulle. Le deviazioni secondarie sono numerose ma facilmente riconoscibili . Si alternano baite rimodernate ed alpeggi abbandonati. Si arriva quindi alla cappella della Consolata (1069m), edificata dai sopravvissuti alla pestilenza del 1520. Quando il bosco si dirada, si ammira l'ampio panorama, riconoscendo in lontananza il rifugio Salvin e la zona del lago di Monastero. Subito prima dell'Alpe Belvedere si prosegue a destra (cartello strada privata, divieto di accesso con catena). Persi una sessantina di metri di dislivello, la strada prosegue con un lungo traverso che taglia le pendici di Testa della Cialma, tocca un paio di alpeggi ed affronta i lunghi tornanti dal fondo dissestato che precedono il Colle du Porti Neu (1760m). Dall'insellatura, la vista spazia verso la zona del rifugio Karfen con gli impianti di risalita di Ala di Stura. Qui la salita è terminata: percorrere l'altopiano sino alla sbarra dove e' il bivio per l'Alpe Pian del Conte (1767m), uno dei 7 alpeggi della zona dell'Alpe Nuvien.

Iniziare la discesa aggirando la Testa Paian. Lasciare una deviazione sulla destra, affrontando su fondo in pessime condizioni, alcuni tornanti dove occorre prestare attenzione alle numerose canaline di drenaggio. Dopo una sbarra, ignorare la stradina per Deserto. Si entra quindi nel bosco sempre molto chiuso. Evitare alcune stradine secondarie: Priet (estra) e quelle ravvicinate di Fraspurie (destra), su fondo nuovamente asfaltato , Arveii (inistra) e S. Grato (destra). Attraversato il rio Almesio, passare tra le case dell'omonima frazione, situata sul versante rivolto a Nord, in posizione infelice, per alcuni mesi dell'anno non viene toccata dai raggi del sole. Oltrepassare su uno stretto ponte la Stura di Ala, immediatamente a monte di una chiusa, raggiungendo la provinciale che va seguita in direzione Ceres. Scendere in direzione Lanzo, superati due tornanti evitare la deviazione per Vana, transitando dinnanzi alla stazione terminale della ferrovia per Torino, il cui aspetto ricorda gli chalet svizzeri. Superato un monumento ai caduti e l'incrocio semaforico per Cantoira, si prende la diramazione per Mezzenile ritornando al ponte di partenza.

 

Foto 2014
Traccia GPX

 


Back MTB