Maurienne

La Maurienne (Moriana) è la naturale dependance scialpinistica della ValSusa, sia , durante l'inverno attaverso il tunnel del Frejus, sia dopo l'apertura del Colle del Moncenisio a maggio. I versanti ripidi e boscosi della parte destra della Bassa Maurienne rendono le gite lunghe e difficili. Comunque, anche in questo settore vi è qualche classica, come il Grand Arc. Risalendo verso Nord, tra Cuine e Saint Michel le possibilità aumentano perchè la valle è meno incassata e si propongon o classiche come il Grand Coin e Le Cotes de Lancheton. La regione a Sud-Ovest di Saint Jean è una zona privilegiata per lo scialpinismo. La valle dei Villards offre possibilità illimitate per tutte le capacità. Una gran classica è il Pic de l'Etendard. I valloni dei Villards possono essere pericolosi con cattive condizioni di neve, meglio aspettare condizioni primaverili stabili. La Maurienne Sud, regione compresa tra Saint Michel e Modane offre classiche come la Pointe des Cerces, il Grand Galibier ed il Tabor dal versante francese. L'alta Maurienne consta di una sessantina di itinerari disseminati su terreni ideali, per la conformazione orografica dei versanti.

  • Da Aussois si raggiunge il col du Labby.
  • Nella zona di Nant, la regina è l'Aiguille de Scolette, da noi conosciuta come Pierre Menue, ed i suoi satelliti, come la Belle Plinier e la Cime du Grand Vallon.
  • Nel vallone d'Ambin sono rimarchevoli l'accoppiata Ferrand-Niblè e la Punta del Sommeiller.
  • Subito dopo il Moncenisio si trova la Punta Roncia.
  • Nella valle di Ribon si può salire il Rocciamelone.
  • Nella valle di Averole il Pic de Charbonnel è un eccezionale itinerario.
  • Al fondo della valle di Averole si trovano un nutrito gruppo di classici itinerari: l'Albaron, (che se si scavalca, scendendo sul bacino des Evettes, realizza la più famosa traversata della zona), la Punta Maria, la Punta d'Arnas (Ouille d'Arberon per le cartine francesi) e la Croce Rossa.
    I colli della Valletta, d'Arnas e della Bessanese, permettono traversate ai rifugi Cibrario e Gastaldi.
  • Nel vallone des Evettes si dipartono gli itinerari della Punta Francesetti e del Dome Blanc de Mulinet.
  • Dal Rifugio del Carro si sale la Levanna Occidentale, affiancata dalla possibilità di traversata nella valle dell'Orco via il colle del Carro, e verso la val d'Isère per il col du Montet.
  • Il col de l'Iseran presenta alcune mete, quali l'Ouille Noire e la Mean Martin che permettono agli stakanovisti di iniziare prima la stagione o di finirla dopo.

Alta Maurienne


Punta Roncia

Map Haute Maurienne

Alta Maurienne

Pointe de l'Arselle
Col d'Arbéron
Punta Valletta
Punta Maria
Denti del Collerin Pointe de la Met
Punta Francesetti Pointe Buffettes
Col de Labby
Punta Bagnà
Ouille du Midi Cime du Laro
Pas de la Beccia
Ouille Noire Côte de Lancheton
Aiguille Pers Pointe des Ratissieres

 

 



 Back Scialpinismo